La traina al dentice è una delle traine più comuni oggigiorno in Italia.

E' una pesca che si fa in diurna: dalle prime ore dell'alba a subito dopo il tramonto.

Una delle chiavi fondamentali è la velocità dell'imbarcazione in fase di traina che deve essere tra i 0,5 e 1,5 nodi in quanto oltre, l'esca tenderà a girare su se stessa diventando quindi inefficace.

ATTREZZATURA

Le canne di ultima generazione per la pesca al dentice sono molteplici e vanno dalle 6 alle 20 lb massimo per potersi godere il divertimento di tirare su il pesce.

Si utilizzano mulinelli rotanti: vi consigliamo di sceglierli molto piccoli in quanto, grazie al loro peso ridotto, potrete apprezzare al meglio l'azione di pesca.

Il mulinello verrà imbobinato con un trecciato: consigliamo prodotti di qualità con un range da 35 a 50 lb in base alle esigenze; può essere utilizzato sia monocolore che multicolor.

Al trecciato collegheremo un pre-terminale lungo dagli 8 ai 13 m di 0,62 che può essere realizzato in fluorocarbon o in nylon.

In ultimo avremo il trave; se ne possono realizzare di 2 tipi:

1.     Trave classico
Per realizzarlo occorrono 1,5 m circa di fluorocarbon dallo 0,50 allo 0,60 di spessore, amo scorrevole, pallina gommosa e amo fisso. L'amo scorrevole può essere bloccato con un elastico da roubasienne.

2.     Trave con ami fissi
Si utilizzano una girella, 1,5 m circa di fluorocarbon, un amo girellato e, attaccato all'amo girellato, si collegherà un filo da assist di circa 10 o 20 cm al quale sarà legato un altro amo fisso.

ESCHE E INNESTI

Le esche più utilizzate per la pesca al dentice sono calamari, seppie e pesci vivi o calamari e seppie morti.

Di seguito mostriamo i vari tipi di innesco

PIOMBO GUARDIANO

Nella traina si utilizza un piombo guardiano per portare l'esca sul fondo.

Il piombo verrà legato a circa 1,5 m di nylon dello 0,35.
Ci serviremo di uno sgancio rapido per poterlo agganciare e togliere rapidamente dal trave; per fare questa operazione realizzeremo una piccola asola tra treccia e pre-terminale.

ALTRA ATTREZZATURA UTILE

Guadino, raffio, portacanna, cintura o reggicanna.

Tutta l'attrezzatura va protetta in borse stagne in quanto umidità e salsedine potrebbero rovinarla.